L'operatori turistici in Tanzania dumandanu una nova pulitica turistica

Tanzania-Adam
Tanzania-Adam
scrittu da santu Adam Ihucha - eTN Tanzania

U turismu di a Tanzania hè di pettu à una crisa di tariffu chì face a frustrazione di una industria di parechji miliardi di dollari chì vole cresce à passi passati.

I principali attori dicenu chì, invece chì l'operatori turistici di solitu calculanu i prezzi di i pacchetti di vacanze in funzione di e tendenze di u mercatu, e pulitiche di u paese sò incoerenti è sò state un fattore determinante per e fluttuazioni di i tassi.

"U guvernu cambia spessu spessu u so regime fiscale cun un ochju per aumentà i so rivenuti, sapendu pocu chì una mossa affetta significativamente u prezzu di u pacchettu di e vacanze, cusì scuragendu u numeru di turisti", hà dettu Leopold Kabendera, prufessiunale di u turismu staghjunatu lucale.

Pensendu à a rivista di a Politica Naziunale di u Turismu di u 1999, urganizata da l'Associazione Tanzania di Operatori Turistici (TATO) è u guvernu attraversu u prugettu di creazione di capacità di USAID PROTECT, Mr. Kabendera hà sustinutu chì a nova pulitica duverebbe garantisce a stabilità nantu à i prezzi di u pacchettu turisticu.

USAID PROTECT finanza attualmente un prugettu di sviluppu di capacità di TATO in u so ultimu sforzu per assicurà chì l'associu diventi una flamboyante agenza di difesa per l'industria di u turismu.

«U turismu hè una industria assai fragile è, dunque, hà bisognu di una pulitica stabile. Sfurtunatamente, in u nostru paese, ogni volta chì ci hè un novu guvernu, e pulitiche cambianu è influenzanu seriamente l'industria ", hà dettu Charles Mpanda di Tanganyika Ancient Routes.

In lugliu 2017, a Tanzania hà impostu una Imposta nantu à u Valore Aggiuntu (TVA) à i servizii turistici, spingendu u costu di u pacchettu turisticu di u paese à 25 per centu di più cà l'offerte simili di a regione.

TATO, chì raprisenta 330 membri, hà avvistatu chì l'IVA averia aggravatu u prufilu di u paese cum'è a destinazione a più cara paragunata à i so rivali cun allure simili.

I dati dispunibuli mostranu chì prima di l'IVA, a Tanzania era una destinazione più costosa di 7 per centu, grazia à l'impositi multipli di fronte à l'industria di 2 miliardi di dollari.

L'operatori turistici in Tanzania sò sottumessi à 32 tasse diverse, 12 chì sò iscrizzione d'impresa è tasse di licenza regulatorie è 11 dazi per ogni veiculu turisticu annu è 9 altri.

L'argumintazione di TATO era chì mentre u turismu hè una spurtazione, è cum'è l'altri servizii di spurtazione qualificheghjanu per esenzione da l'IVA o rating zero, l'operatori turistici è l'agenzie di viaghji sò servizii "intermediarii" chì di solitu ùn sò micca sottumessi à l'IVA.

Cum'è s'ellu ùn bastessi micca, da u 1 di Dicembre di u 2017, l'Autorità di a Zona di Conservazione di Ngorongoro (NCAA) hà infurzatu a nova tassa di cuncessione di $ 50 (senza IVA) per ospite per notte pagata da hotel, alloghji, campi di tende permanenti, è qualsiasi alloghju turisticu facilità in a zona rispettiva.

Per a so parte, u CEO di TATO, Mr. Sirili Akko hà dettu chì era disgrazziatu chì in Tanzania i prezzi di u pacchettu turisticu aumentanu quandu a dumanda cala, un segnu chjaru chì u settore publicu è u privatu ùn sò micca nantu à a stessa strada.

U ministru di e Risorse Naturali è di u Turismu, u duttore Hamis Kigwangalla, hà dettu chì a quistione era trà d'altri chì anu fattu a so strada versu u so registru per riviseghjà a pulitica turistica naziunale per accoglie cambiamenti lucali è glubali.

"Cum'è ministru rispunsevule per u turismu, aghju deliberatamente implicatu u settore privatu per uttene i so input in modu chì u schema possa riflette i bisogni attuali di l'attività", hà dettu u duttore Kigwangalla eTurboNews.

In a so presentazione, u Consultore Naziunale di u Turismu 1999, u prufessore Samwel Wangwe, hà dettu chì un fattore impurtante chì hà cuntribuitu à a necessità di a visione di a pulitica hè l'impegnu di u guvernu à diventà un paese à redditu mediu è à rializà a trasfurmazione ecunomica attraversu iniziative di industrializazione.

«U turismu essendu un settore trasversale, richiede una cunnessione è richiede una coordinazione efficace cù altri settori. Tali settori includenu: l'agricultura, a fabricazione, i trasporti è a cumunicazione, a finanza è u cummerciu, è l'ambiente è e risorse naturali. I cambiamenti fatti in queste pulitiche di u settore, dunque, devenu esse cunsiderate in a pulitica turistica ", hà dettu u prufessore Wangwe à l'operatori turistici.

Un ulteriore mutivu impurtante per a revisione di u NTP 1999 hè u novu sviluppu di a tecnulugia cum'è in a cumunicazione, u trasportu è a gestione di e risorse naturali è a furmazione è u sviluppu di e capacità precipitendu a necessità di adattassi à questi cambiamenti tecnologichi è aduttalli in u turismu settore in l'acquisizione di dati è a gestione di l'infurmazioni, facilitendu l'accessu di i turisti à l'infurmazioni è paghendu à tempu.

Inoltre, u mercatu di u turismu cambiante implica a necessità di prudutti è servizi innovatori per risponde à l'aspettative è i bisogni di i turisti.

Assuciatu à l'innovazione di u pruduttu, u guvernu hà sustinutu e riforme per migliurà l'ambiente d'impresa per u turismu in modu da ottene una industria turistica più competitiva.

«Tutti questi sforzi susteneranu a necessità di allargà è diversificà i mercati, cumprese a prumuzione di u turismu internu. Infine, una rivista di a pulitica duveria permette u sviluppu di strategie chì assicuranu chì u turismu in Tanzania sia basatu annantu à e norme internaziunali è fermi altamente cumpetitivu ", hà spiegatu u prufessore Wangwe.

U turismu salvaticu hà attiratu più di 1 milione d'invitati in u 2017, guadagnendu à u paese 2.3 miliardi di dollari, equivalenti à quasi u 17.6 per centu di u PIB.

Inoltre, u turismu furnisce 600,000 impieghi diretti à i tanzaniani; più di un milione di persone guadagnanu un redditu da u turismu.

A Tanzania spera chì u numeru d'arrivi turistici hà da toccu più di 1.2 milioni quest'annu, da un milione di visitatori in 2017, guadagnendu l'ecunumia vicinu à 2.5 miliardi di dollari, in più da 2.3 miliardi di dollari di l'annu scorsu.

Sicondu u pianu di marketing di 5 anni, a Tanzania prevede di riceve 2 milioni di turisti à a fine di u 2020, aumentendu i rivenuti da l'attuali 2 miliardi di dollari à quasi 3.8 miliardi di dollari.

Print Friendly, PDF è Email

Doppu l'autore

Adam Ihucha - eTN Tanzania

eTurboNews | eTN