À propositu di u Cunsigliu di u Turismu Africanu: Top impurtante secondu un Espertu Turisticu Afroamericanu

DrewBarret
DrewBarret

Drew Barrett, un espertu è cunsultante turisticu afroamericanu di Chicago, pensa chì a nova fundazione di u Turismu Africanu (ATB) hè assai impurtante è potenzialmente preziosa per e nazioni di l'Africa Subsahariana.

ATB celebrerà a so lanciamentu ufficiale l'11 d'aprile durante u Mercatu Mundiale di Viaghju in Cape Town è si hè trasferitu in un mondu d'attenzione. (www.

E nazioni di l'Africa Subsahariana sò assai fami è anu bisognu di crescita di u so turismu internaziunale entrante . A maiò parte, però, anu una curva d'apprendimentu ripida, sopra à quale anu da superà per ottene qualsiasi risultati incrementali misurabili. A maiò parte sò immersi in e migliori pratiche di un errore passatu di u turismu globale s'elli facenu qualcosa. A maiò parte ùn sò micca.

Nazioni cum'è Kenya, Tanzania, Sudafrica anu una significativa equità di marca globale per u turismu di piacè. Altri cum'è Etiopia, Nigeria, Ghana è ancu Sudafrica; sò una destinazione impegnativa per u turismu d'affari. Eppuru, à l'estrema estrema opposta di u spettru di attrattività, altri, per via di cunflitti è di una mancanza totale di sicurezza interna ùn sò micca in corsa.

Tutte e nazioni di l'Africa Subsahariana cun qualsiasi produttu turisticu fattibile cercanu di arricà u so ghjocu, ma devenu cuncilià una inclinazione, s'ellu ùn aghjunghje à investisce, è in parechji casi, investendu male in energia, dati + telecomunicazioni, è infrastrutture di trasportu per uttene standard mundiali muderni. Ci mancanu una vera opportunità.

U mutore di crescita ecunomica u più dispunibule per tutte e nazioni di l'Africa Subsahariana hè a so avventura, l'arte, a cumunità, a cultura, l'ecologia (flora + fauna) è i prudutti di turisimu artigianale; in chì duverebbenu investisce sia in sviluppu sia in marketing. L'immensu putenziale di prufittu di tali investimenti ben pianificati è implementati, restituverà prufitti; chì pagherà per tuttu u restu.

Aghju duie nazioni africane subsahariane, u Kenya è u Sudafrica, divagazioni da i venditori di turismu di classe mundiale, senza avè un indiziu di ciò chì fà; perchè abbandunanu un focusu nantu à e so radiche indigene, pruvendu à prumove esse destinazioni di riunioni d'affari glubali è di cunferenza; un terrenu di ghjocu induve ùn ponu micca cumpete, per tante ragioni.

Aghju ghjustu a settimana scorsa, aghju presentatu una proposta di cuncettu tatticu strategicu preliminariu cumpletu à una nazione Sub Sahariana di u Norduveste. Aviu sviluppatu pruposte simili per trè altre nazioni. In ogni casu, aghju travagliatu cù qualchissia chì hà forti cunnessioni cù i decisori di u guvernu; ma micca cun alcuna predisposizione versu l'azione. In u casu più recente, u mo cuntattu hè una divisione di u Ministeriu di u Turismu.

Nigeria, pochi anni fà, hà investitu in u sviluppu di un festival di Cultura è Musica chì puderia vende in tuttu u mondu. U prublema cù alcune nazioni post coloniali hè, sò dipendenti da circà l'aiutu di intermediarii cunsultanti postcoloniali di multinazionali europee è nordamericane, per sapè. U prublema hè chì quessi cunsiglieri ùn anu micca u sapè necessariu per permettà u successu di una tale impresa.

U cunsensu hè di investisce in a custruzzione di grandi alberghi, strade grandi, è trasporti; è turisti vinaranu. Sbagliatu, finiscinu solu cù u soffiu di u debitu esternu è senza turista.

Ancora una volta, u Cunsigliu di u Turismu Africanu, pò esse u modu avanti per e Nazioni di l'Africa Sub Sahariana per esse capaci di monetizà a so risorsa naturale più prontamente disponibile, cum'è dichjaratu prima.

U Cunsigliu Africanu di u Turismu porta à quelle nazioni esperti internaziunali è esterni in materia, praticanti prufessiunali, risorse di l'industria è capacità massime di implementazione; in una piattaforma unificata chì pò insegnà à a leadership di e nazioni di l'Africa Subsahariana cume cummercializà cù successu e so destinazioni è i so beni turistici, à miliardi di turisti internaziunali pronti, disposti è capaci.

Print Friendly, PDF è Email

Notizie Related