I guadagni di diritti LGBTQ in alcune nazioni di u Mediu Oriente è di l'Africa di u Nordu ponu cambià u ghjocu

0a1a-298
0a1a-298

U prugressu in u ricunniscenza di i diritti umani di e persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender è queer à e Nazioni Unite in New York è in Ginevra pò parè staccatu da e realità affrontate da persone LGBTQ in u Mediu Oriente è in Africa di u Nordu, o Mena, regione. I militanti quì, tuttavia, naviganu in u sistema di i diritti umani di l'ONU cum'è parte di u so repertoriu di difesa, cù un successu notevole.

In listessu tempu, un picculu gruppu di nazioni à l'ONU risponde à sforzi di difesa è sfida a nuzione chì i stati di lingua araba di a regione anu opinioni omogenee nantu à i diritti LGBTQ.

Inseme, sti sviluppi facenu una differenza in a leia di u prugressu naziunale è internaziunale per i diritti di e persone LGBTQ in a zona di u Nordu Africa / Mediu Oriente.

Mentre ci avvicinemu à u rinnovu di u mandatu di l'espertu indipendente nantu à l'orientazione sessuale è l'identità di genere, chì a so creazione avia affrontatu una feroce opposizione da parechji paesi, in particulare in a regione Mena, è in mezu à una crescente opposizione à i diritti umani di e persone LGBTQ ancu in Paesi annunziati cum'è campioni di tale uguaglianza, i pochi paesi di Mena chì rompenu u rangu nantu à i diritti di e persone LGBTQ puderia cambià u ghjocu.

Un recente rapportu di a Fundazione Araba per e Libertà è a Ugualità è OutRight Action International, gruppi senza scopo di lucro basati in Beirut è New York, rispettivamente, documenta strategie chì l'organizazioni LGBTQ è l'attivisti anu adupratu per guadagnà u prugressu ghjuridicu è suciale in Giordania, Libanu, Maroccu è Tunisia. . I risultati mostranu strategie incredibilmente creative, cume l'organizazione feminista, espressione artistica è impegnu cù una serie di meccanismi di l'ONU.

Dapoi a mità di l'anni 1990, sò stati ottenuti guadagni considerevoli in u ricunniscenza di i diritti umani di l'individui indipendentemente da a so orientazione sessuale o identità di genere, da parte di e entità di l'ONU. E tappe principali includenu u Cunsigliu di i Diritti Umani chì hà passatu a prima risoluzione nantu à a viulenza è a discriminazione di e persone LGBTQ in u 2011; è a creazione è a difesa di u mandatu di l'espertu indipendente in SOGI in 2016.

Eppuru i paesi di lingua araba in a zona di u Mediu Oriente-Africa di u Nordu, spessu basati nantu à pusizioni di blocchi di votu chì includenu l'Organizazione per a Cooperazione Islamica è i gruppi Africa è Arabi in l'ONU, sò tradizionalmente opposti à a discussione nantu à l'orientazione sessuale è l'identità di genere. Invece, sustenenu chì u rispettu di i diritti umani di e persone LGBTQ impone "valori occidentali" mentre compromettenu quelli lucali è minanu u cunsensu internaziunale infurzendu e nuove norme in virtù di u dirittu internaziunale di i diritti umani.

In ghjugnu 2016, per esempiu, u Maroccu si hè opposta à l'iniziu di u mandatu di l'espertu indipendente nantu à l'orientazione sessuale è l'identità di genere, o SOGI, argumentendu chì era in cuntrastu cù i "valori è credenze di almenu 1.5 miliardi di persone chì appartenenu à una civiltà. »

Eppuru attivisti è certe delegazioni naziunali di a regione dimostranu chì ci hè menu cunsensu di ciò chì tali dichjarazioni suggeririanu. D'agostu 2015, a Ghjordania hà participatu à una riunione di u Cunsigliu di Sicurezza di l'ONU nantu à "Gruppi Vulnerabili in Cunflittu: u Statu Islamicu di l'Iraq è u Levante (ISIL) chì mira à l'individui LGBTI".

A riunione hà rappresentatu a prima discussione focalizata esclusivamente nantu à e questioni LGBTIQ in u Cunsigliu di Sicurezza, l'organu u più impurtante di l'ONU dedicatu à a pace è a sicurezza. Significativamente, u delegatu giurdanu hà ricunnisciutu l'effetti di u gruppu terrorista annantu à e varie minurità.

Nuvembre 2016, u Libanu è a Tunisia anu rumputu u cunsensu cù i blocchi regiunali senza avè vutatu nant'à un emendamentu per piantà u mandatu di l'espertu indipendente in SOGI à l'Assemblea Generale di l'ONU. U votu hè statu attentamente esaminatu, cù l'Organizazione per a Cooperazione Islamica, di a quale appartenenu u Libanu è a Tunisia, emettendu una dichjarazione contru à u mandatu.
Ancu segni prumettenti sò accaduti à l'ONU in Ginevra. In maghju 2017, cinque urganizazioni LGBTQ tunisine anu presentatu un raportu d'ombra di a sucietà civile prima di a sessione di revisione periodica universale di maghju 2017 in Tunisia in a quale u Cunsigliu di i Diritti Umani di l'ONU hà valutatu u statu di i diritti umani in u paese.

U raportu è una forte campagna di difesa anu cuntribuitu à a delegazione tunisina à accettà duie raccomandazioni chjamendu u paese à luttà contr'à a discriminazione è a viulenza contr'à e persone LGBTQ. In particulare, u ministru tunisinu di i diritti umani hà dettu in a so conclusione chì a discriminazione basata nantu à l'orientazione sessuale viola a custituzione.

Similmente, à a so ultima sessione di rivista periodica universale di maghju 2017, a delegazione marocchina hà accettatu trè raccomandazioni per affruntà a viulenza, a discriminazione è a criminalizazione di e persone in funzione di l'orientazione sessuale è di l'identità di genere.

A lotta per assicurà chì e prumesse fatte in New York è in Ginevra per ricunnosce i diritti di e persone LGBTQ hè guasi finita, in particulare per traduce u novu sustegnu in i paesi stessi. In Tunisia, per esempiu, malgradu e prumesse in Ginevra di finisce a pratica forzata à esami anali, l'attivisti anu rimarcatu ch'elli continuanu à esse aduprati contr'à e persone LGBTQ.

Eppuru, induve i guverni fermanu spessu in silenziu o facenu rimarche disprezzative nantu à e persone LGBTQ, u prugressu à l'ONU hè un altru via per influenzà i cambiamenti naziunali. Ma hè evidente chì l'attivisti lucali, attraversu l'ONU è in altrò, stanu guadagnendu è rompendu u cunsensu regiunale spessu prufessiunatu. Sti prugressi ponu esse cruciale per assicurà l'influenza di l'ONU in a realizazione di cambiamenti veri per e persone è, à u so tornu, per mantene l'impulsione di i diritti umani di e persone LGBTQ in l'ONU stessa.

Print Friendly, PDF è Email

Doppu l'autore

Redattore di Assignment Chief

L'editore capu di l'assignazioni hè Oleg Siziakov

eTurboNews | eTN