I Maasai Indigeni di Tanzania Impegnate in un Turismu Responsabile

Tanzania Indigeni Maasai Impegnati in Turismu Responsabile
I Maasai Indigeni di Tanzania Impegnate in un Turismu Responsabile

Indigeni Maasai in u nordu di a Tanzania offrenu avà à i turisti qualcosa al di là di l'alimentu tradiziunale.

Attualmente sò occupati à cuncepisce ornamenti in pelle è articuli vintage chì renderanu memorabili i viaghji di i turisti.

"I nostri cari turisti chì visitanu [u] nordu U circuitu [serà] sorpresa [s] per cumprà ornamenti di pelle unichi cuncepiti da l'indigeni per rende u so viaghju indimenticabile ", disse Esther Stephano, presidente di u gruppu di pruduttori di pelle Maasai di novu furmatu per cortesia di una urganizazione senza prufittu.

Oikos Africa orientale, attraversu un prughjettu finanziatu da l'Unione Europea, s'hè imbarcatu annantu à l'empowerment di i pastori trasfurmendu e pelli di bestiame in una ricerca per creà un centru cummerciale di l'industria di a pelle in a regione nordu di a Tanzania ricca di bestiame.

L'idea hè di aduprà pelli di bestiame, un sottoproduttu chì hè spessu gettatu da l'internu di i paesi chì formanu a zona di Gestione di a Fauna Selvatica Enduimet in u distrettu di Longido, regione d'Arusha, per fà accessori è calzature per i turisti.

L'espertu di a pelle Oikos in Africa orientale, u Signore Gabriel Mollel, hà dettu chì un gruppu di beneficiari 25 cumposti da 18 donne è 7 omi sò stati furmati nantu à cume aduprà ingredienti organici cumpresi a papaia, a calce è a mimosa, per fà l'abbronzatura di a pelle cruda.

"Li avemu amparatu à aduprà legumi, in particulare a papaia, l'abbronzatura di a pelle cruda, a preparazione di u pelle per l'usu, u travagliu di perline, è a produzzione di prudutti artigianali finiti in pelle in varii disegni", hà spiegatu u Signore Mollel, aghjunghjendu chì i beneficiari sò avà capaci di fà prudutti di pelle di alta qualità dopu una furmazione di 14 ghjorni à u Centru di Formazione in Pelli Naturali Mkuru.

"Per abilità i pastori à sfruttà l'industria di a pelle hè un cambiamentu di ghjocu", hà dettu, aghjunghjendu, "Stu tipu d'iniziativi sò critichi per l'addevatori chì offre diversificazione di attività di generazione di redditu".

I beneficiari dicenu chì anu ricevutu una furmazione sia in teoria sia in sessioni pratiche per dotalli di e cunniscenze è poi di e cumpetenze per trasformà una pelle cruda in pelle, prima di aduprà quella pelle per pruduce sacchetti, cinture è portachiavi, trà altri.

«Se avessi arnesi, puderia principià à pruduce cinture è altre cose. Mi sò innamuratu soprattuttu di [a] lezzione di trasfurmazione di a pelle. Ùn aghju mai sapiutu prima chì si puderia trasfurmà a pelle aduprendu un picculu seau ", hà dettu Kilembu Nguchicha, pastore di u paese TingaTinga.

Christina Lomayani da u Irkaswa Village hà dettu ch'ella era testimone di i pastori tanzaniani chì ghjettanu e capre, pecure è vacche crude per via di a mancanza di mercatu, ma cun u sapè fà hà fattu vutà di sparte a cunniscenza cù l'altri per assicurà chì e pelli sò di un valore aghjuntu.

A Direttora di Oikos per l'Africa Orientale, Ms. Mary Birdi, hà dettu ch'ella spera chì l'attività di a pelle creerà novi impieghi decenti, dunque ci seranu più rivenuti per e cumunità pastorali di Enduimet WMA.

À sente a signora Birdi, a furmazione face parte di u prugettu CONNEKT (Conservazione di l'ecosistemi vicini in Kenya è Tanzania) finanziatu da l'Unione Europea (UE) di 3 anni, chì cerca di prumove l'usu sustenibile di e risorse naturali cum'è strumenti per luttà contr'à a miseria è impulsà u sviluppu socioeconomicu.

"L'ughjettivu generale di u Prughjettu CONNEKT hè di migliurà i mezi di sussistenza sustenibili per e persone chì campanu longu e rotte migratorie di l'animali", hà cunclusu.

Si capisce chì stu prughjettu hè eseguitu da Oikos Africa Orientale, una ONG Tanzania basata in Arusha chì opera dapoi u 1999 per prumove a prutezzione di a biodiversità è l'usu sustenibile di e risorse naturali cum'è strumenti per luttà contr'à a puvertà è impulsà u sviluppu socioeconomicu.

Print Friendly, PDF è Email

Notizie Related