A Francia diventa u Primu Mercatu di viaghju Inbound in Tanzania

Prughjettu prughjettu
scrittu da santu Adam Ihucha - eTN Tanzania

A Francia hè stata classificata cum'è u primu entrante mercatu di viaghju in Tanzania, postu chì quest'ultima hà riapre u so celu per viaghjà à mezu à a pandemia COVID-19 di u mondu.

A Tanzania hà riapertu u so spaziu aereu per voli internaziunali di passageri u 1u ghjugnu 2020, dopu à 3 mesi stint di COVID-19, diventendu u paese pionieru in Africa orientale per accoglie i turisti per tastà e so attrazioni dotate.

L'ultime statistiche di l'agenzia di cunservazione è di turismu gestite da u Statu mostranu chì a Francia hè in testa in quantu à u numeru d'arrivi di turisti in Tanzania per u periodu di 3 mesi chì coprenu lugliu, aostu è settembre 2020.

I Parchi Naziunali di Tanzania (TANAPA) Cummissariu Assistente à a Conservazione incaricatu di u portafogliu cummerciale, Ms. Beatrice Kessy, hà dichjaratu chì i registri indicanu un totale di 3,062 turisti francesi chì anu visitatu i parchi naziunali in u periodu in esame, alzendu a bandiera di Francia cum'è u più altu turistu internaziunale. mercatu per a Tanzania à mezu à a crisa è sopra i Stati Uniti cù 2,327 vacanzieri.

U terzu in a lista di i principali mercati turistici di Tanzania hè a Germania cù 1,317 visitatori, seguita da u Regnu Unitu cù 1,051 turisti in quarta pusizione. A Spagna, in u quintu postu, hà furnitu a Tanzania cù 1,050 vacanzieri, trascinati da l'India cù 844 viaghjatori chì anu campionatu e bellezze naturali di u paese. A Svizzera tene a settima pusizione cù 727 turisti, trascinata da a Russia à l'ottesimu postu cù 669 visitatori, i Paesi Bassi cun 431 viaghjatori hè in u nonu slot, è u decimu hè l'Australia per avè purtatu 367 vacanzieri durante u periodu in cunsiderazione.

Ciò implica chì a Francia ùn hà solu lanciatu un votu di cunfidenza à l'approcciu di a Tanzania per trattà a pandemia COVID-19, ma hè ancu diventatu un veru alliatu in l'aiutu di u paese à rinvivisce l'industria di u turismu in un tentativu di stimulare altre imprese, recuperà migliaia di impieghi persi, è generanu è ponenu rivenuti in i casci.

"Semu cusì grati à i turisti francesi per avè votu di cunfidenza in Tanzania cum'è una destinazione sicura. A so ghjunta ghjoca un rollu chjave in a diffusione di a fiducia più largamente, cù benefici chì viaghjanu assai al di là di u turismu ", hà spiegatu Kessy.

Per parechji, a Francia hè diventata u megliu alliatu di a Tanzania, perchè sustene a ricuperazione rispunsevule è puntuale di l'industria di u turismu da a quale dipendenu milioni di piccule imprese è impieghi.

L'impresa ùn hè micca accaduta per difettu, ma piuttostu, hè stata da sforzi cumuni penosi guidati da l'Ambasciatore di Tanzania in Francia, u Signore Samwel Shelukindo.

«U mo ufficiu hà travagliatu in tempu extra in stretta cooperazione cù u Monte Kilimanjaro Safari Club (MKSC) è Axium da Parker, è ancu cù u Tanzania Tourist Board (TTB). Avemu urganizatu parechji scontri cù operatori turistici è media principali per rassicuralli chì a Tanzania hè una destinazione sicura à mezu à a pandemia COVID-19 ", hà dettu Mr. Shelukindo in una intervista esclusiva.

L'inviatu hà dettu chì e so iniziative sò state rinfurzate da a pusizione di u presidente Dr. John Pombe Magufuli di mantene u paese senza blocchi è accoglie i turisti.

Infatti, u presidente Magufuli, cum'è u so omologu in Svezia, ùn hà mai emessu un lockdown, grazia à u numeru di casi scarsu, è hà invitatu i viaghjatori à entre in u so paese senza restrizioni.

«Pò dì in modu sicuru chì ghjè un secretu daretu à l'impresa. Sò fieru di u mo presidente Magufuli chì ci hà fattu travaglià cun fiducia à l'esteru. Sò ancu assai indebitatu di MKSC, Axium da Parker è TTB per e so campagne animate per prumove a Tanzania cum'è una destinazione sicura ", hà dettu.  

Dapoi chì u Signore Shelukindo hà assuntu l'uffiziu in Parigi à u ritornu in u 2017, l'arrivati ​​di i turisti francesi in Tanzania anu sviluppatu assai.

Dati ufficiali mostranu chì in u 2016, a Francia hà furnitu un tutale di 24,611 turisti, è in u 2017, u numeru hà toccu 33,925 viaghjatori, mentre chì in u 2018, ci eranu 41,330 visitatori, è in u 2019, l'arrivati ​​anu righjuntu 56,297 vacanzieri.

U fundatore di MKSC, Denis Lebouteux, hà dettu chì, in a maiò parte di i casi, i turisti francesi si sò affaccati in Tanzania in bassa stagione quandu i parchi naziunali è l'alberghi di u paese anu veramente fame di riempie camere vuote.

"Dunque, questu hè una unicità di i turisti francesi", hà dettu Mr. Lebouteux, aghjunghjendu ch'elli visitanu quandu a Tanzania ne hà più bisognu.

Affascinati da a pace è l'amore di u paese, a so fauna salvatica, e so spiagge è a so cultura, i turisti francesi diventanu pianu pianu ma sicuramente a petra angulare di l'industria turistica di Tanzania.

Cù guasgi 1.5 milioni d'arrivi turistici à l'annu, u turismu salvaticu cuntinueghja à cresce è à consolidà a so pusizione cum'è u principale guadagnatore di muneta straniera in Tanzania, ricuperendu u paese 2.5 miliardi di dollari, equivalente à quasi u 17.6 per centu di u so PIL.

Inoltre, u turismu furnisce 600,000 impieghi diretti à i tanzaniani, ancu menu più di un milione d'altri cittadini chì generanu redditi da l'industria.

#rebuildingtravel

Print Friendly, PDF è Email

Doppu l'autore

Adam Ihucha - eTN Tanzania

eTurboNews | eTN