Pruvamentu clinicu successu per u trattamentu di l'ictus cerebrale acutu cù u sangue di u cordone ombilicale umanu

scrittu da santu Orsuvè

A cumpagnia di terapèutica di u cordone di u cordone di u Sud di California StemCyte Inc. annuncia risultati preliminari successi per a Fase I di a prova clinica di a cumpagnia per u trattamentu di l'ictus cerebrale agutu cù monociti da u sangue di cordone umbilicale umanu allogenicu (hUCB). I risultati di u studiu di Fase I sò stati publicati in Cell Transplantation (CLL) in dicembre 2021.

Print Friendly, PDF è Email

Un studiu di Fase I hè statu realizatu nantu à i pazienti di 45-80 anni chì anu sustinutu un ictus ischemicu agutu. U sangue di u cordone umbilicale hè statu ottenutu da l'inventariu publicu di u cordone di StemCyte basatu annantu à u tippu di sangue ABO / Rh, una partita di l'antigenu di leucociti umani (HLA) di> 4/6, è una dosa di cellula di u cuntu tutale di cellule mononucleari (MNC) di 0.5-5 x. 107 cellule/kg. Inoltre, quattru (4) dosi di 100 mL di mannitol sò stati amministrati per via intravenosa 30 minuti dopu u trasplante di sangue di cordone umbilicale è ogni 4 ore dopu.

I risultati primari eranu u numeru di pazienti chì anu sviluppatu a malatia di l'injertu versus l'ospite (GVHD) in 100 ghjorni dopu a trasfusione. I risultati secundarii eranu cambiamenti in l'Istitutu Naziunale di Salute Stroke Scale (NIHSS), l'indice di Barthel è i punteggi di a Scala di Balance Berg. In un casu, un paziente maschile di 46 anni cù una storia di ipertensione è hemodialysis per a malatia renale in u stadiu finale hè statu trattatu allogenicu cù hUCB cù ABO / Rh identicu, un match HLA 6/6, è u conte MNC di 2.63 x 108. cellule/kg. U paci ùn hà micca prisentatu cù avvenimenti avversi gravi o GVHD durante u studiu di 12 mesi. U so puntu NIHSS diminuì da 9 à 1; u puntu di Berg Balance Scale hà aumentatu da 0 à 48, è u puntu di l'indice Barthel hà aumentatu da 0 à 90. Stu studiu prelimiunale hà dimustratu chì un paziente adultu cù hemiplegia per via d'ischemic stroke hà recuperatu cumplettamente in 12 mesi dopu avè ricivutu a terapia allogenica UCB.

"Semu assai soddisfatti di u risultatu clinicu successu di u studiu di Fase I di StemCyte", hà dettu u presidente è presidente di StemCyte Jonas Wang, PhD. "Cù l'ictus agutu hè a seconda è a terza causa principale di morte è disabilità, rispettivamente, in u mondu sanu, stu risultatu hè cusì eccezziunale quant'è inaspettatu". Circa u 30% -35% di e persone chì soffrenu un infartu murenu è quasi u 75% di i sopravviventi sustene una disabilità permanente. I trattamenti attuali in a fase aguda includenu l'usu di agenti trombolitici, anticoagulanti è antiplatelet. Tuttavia, l'usu di tali agenti aumenta l'incidenza di hemorrhage da 15% -20%.

E cellule staminali di u sangue di u cordone proliferanu in cellule neurali, è sò stati trovati per esse efficace in u trattamentu di parechje malatie neurodegenerative. In l'ictus cerebrale, l'injezione intravenosa di UCB è MNCs puderia restaurà l'abilità di eserciziu è ancu furnisce effetti neuroprotettivi cum'è indicatu da a diminuzione di l'espressione di marcatori inflammatorii cum'è TNF-alfa, IL-1β è IL-2.

Print Friendly, PDF è Email

Doppu l'autore

Orsuvè

L'editore in capu di eTurboNew hè Linda Hohnholz. Hè basata in l'eTN HQ in Honolulu, Hawaii.

Lascia un Comment