TATO mette in risaltu i primi 9 singuli inibendu u turismu in Tanzania à presidente

tato
tato
scrittu da santu Adam Ihucha - eTN Tanzania

L'Associazione Tanzania di Operatori Turistici (TATO) hà presentatu davanti à u presidente di u paese, John Magufuli, ciò chì crede esse nove quistioni impurtanti chì anu un impactu caru nantu à l'industria di u turismu.

U presidente di u TATO, u sgiò Wilbard Chambulo, hà supplicatu à u Statu di trattà l'industria di u turismu cum'è un serviziu d'esportazione quandu hà avutu l'uppurtunità di parlà à u Tanzania National Business Council (TNBC) presiedutu da u presidente Magufuli.

U sgiò Chambulo hà ancu dettu à u presidente; Primu Ministru u Signore Kassim Majaliwa; è u ministru di u Turismu è di e Risorse Naturali, a prufessora Jumanne Maghembe; frà altri decisori pulitichi, di piglià tutti i mezi necessarii per simplificà parechje tasse, licenze è tasse imposte à u settore turisticu.

"Per piacè, permettenu almenu un periodu minimu di 12 mesi di preavvisu è di participazione di u settore privatu di u turismu prima di introduce novi diritti, prelievi, è altre spese in un tentativu di creà fiducia in u mercatu turisticu internaziunale è di restà cumpetitivu in u mondu", Insistia u sgiò Chambulo.

L'operatori turistici anu bisognu di tasse simplificate, datu u costu elevatu è a multiplicità di e stesse, inibendu a conformità volontaria, secondu u Direttore Generale di u TATO, Mr. Sirili Akko.

In effetti, un rapportu dispunibule nantu à a valutazione di u settore turisticu tanzanianu indica chì u documentu è u pesu amministrativu di u rispettu di l'imposte di licenza è di l'impositi ponenu un costu pesante per l'imprese in termini di tempu è di soldi.

L'operatori turistici in Tanzania affrontanu oltre 32 tasse, prelievi è tasse diverse à l'annu.

Un operatore turisticu, per esempiu, hà da passà più di 4 mesi à rializà i ducumenti regulatori, nè menu à e prucedure per rinnuvà a so licenza è pagà l'impositi obbligatori, cunsumendu 745 ore in più ogni annu.

U raportu cumunu di a Cunfederazione di u Turismu di Tanzania (TCT) è di u BEST-Dialogue mostra chì u costu annuale mediu di un operatore turisticu lucale chì compie i ducumenti regulatori hè di 1,381 $.

M. Chambulo hà incitatu u guvernu à creà un ambiente cummerciale favorevule à l'investimentu è sicuru, in più di risolve una lacuna di cumpetenze.

"Vulemu ancu chì u Statu migliurà statistiche valide è precise riguardanti l'industria di u turismu (nantu à l'arrivi di i turisti) in una prova per aiutà à piglià decisioni informate", aghjunse.

TATO hà ancu dumandatu l'implicazione obbligatoria di u settore privatu in a pianificazione è l'implementazione di una nova è pertinente strategia di marketing turisticu internaziunale per a seconda economia di l'Africa Orientale.

Chambulo vulia specificamente chì u settore privatu fussi pienu impegnatu in a revisione di a pulitica turistica esistente in un tentativu di articulà una nova visione è direzzione cù a vista di diversificà i prudutti è di prumove nuove destinazioni in Tanzania.

TATO hà dumandatu chì u Prelevu per u Sviluppu di u Turismu (TDL) sia adupratu per l'impulsione legalmente prevista, è chì a raccolta è u rimborsu di u listessu sia fattu in modu trasparente, guidatu da decisioni pigliate cù u settore privatu di u turismu.

Più seriamente, hà supplicatu à u Statu di cunsiderà di abbassà i diritti di u parcorsu fora di stagione, di rimuovere i diritti di parcu à entrata unica è di annullà a duplicazione di diritti è di prelievi trà l'area di gestione di a fauna (WMA) è i parchi naziunali.

Mentre un parcu naziunale hè una terra di pruprietà statale prutetta per a preservazione di a fauna salvatica, una WMA, à u so tornu, hè una zona di cumunità terrestri riservate esclusivamente per l'habitat salvaticu.

"U miglioramentu di l'infrastrutture turistiche cun primura nantu à e strade, l'approvvigionamentu di utilità è energia, è l'accessu di l'investitori à a terra per u sviluppu turisticu sò ancu in a nostra lista di desideri", hà aghjustatu M. Chambulo.

Ellu disse chì u guvernu duveria furmà un forte partenariatu cù u settore privatu in un tentativu di mette in opera misure anti-braconnage durevule è cumplette, cumprese un censu regulare di a fauna salvatica, è di mitigà i cunflitti umanu-salvatichi.

A Tanzania hà vistu, in l'ultimi anni, e pratiche di braconaggio crescere à un ritmu alarmante cun spedizioni illegali di spedizioni di avoriu intrappulati à l'oltremare, malgradu u guvernu è a cumunità internaziunale chì anu intensificatu cunghjuntamente una crociata contr'à u viziu.

In 2015, per esempiu, l'infurzatori di a legge in Svizzera anu chjappu 262 tunnellate di zanne di elefante presumibilmente originarie di l'Aeroportu Internaziunale Julius Kambarage Nyerere, tutte valutate à Sh826 milioni.

L'AMM diventanu di più in più una di l'armi più sicure in a cruciata anti-braconaghju in corsu, postu chì e cumunità chì benefizianu direttamente di e ricette accumulate da e risorse naturali chì li circundanu participanu efficacemente à ella.

"Infine, ma micca menu impurtante, rispettà l'integrità di e zone riservate à a fauna salvatica da esse degazettate è aduprate per altri scopi ecunomichi, eccettu u turismu", hà cunclusu M. Chambulo in u so discorsu à una di e più alte organizzazioni di i settori publicu-privatu in u paese.

FOTO: U presidente di TATO, u sgiò Willy Chambulo chì prisenta davanti à u presidente John Magufuli

Print Friendly, PDF è Email

Doppu l'autore

Adam Ihucha - eTN Tanzania